Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    
Bologna Fiere

Dove

Quartiere Fieristico di Bologna

Ingressi:
Ovest Costituzione
Ingresso Nord

Chi può accedere

La manifestazione è aperta al pubblico e agli operatori
del settore



NB: L’ingresso dei cani è
consentito solo se a guinzaglio
e dotati di museruola o con
apposito trasportino, eccezion
fatta per i cani a servizio di
persone disabili.

Giorni e orari

Venerdì 7, Sabato 8,
Domenica 9
Settembre 2018:
dalle 9.30 alle 18.30

Lunedì 10
Settembre 2018:
dalle 9.30 alle 17.00

Contatti

Show office:

BolognaFiere S.p.A.
Piazza Costituzione 6 - 40128 Bologna
Tel. 0039-051.282111
Fax. 0039-051.6374031
sana@bolognafiere.it

Bologna
venerdì 7 - lunedì 10
settembre 2018

Programma Eventi SANA

Scopri il ricco programma di appuntamenti in Fiera: convegni, workshop, incontri e presentazioni.
Ti aspettiamo a SANA 2018!

 

Filtra per:

9
set

09:45 - 11:45

DIETE VEGETARIANE PER LA SALUTE, LO SPORT E LA PATOLOGIA

SANA Academy SALA BOLERO Centro Servizi, 1° piano, Blocco B

Il numero di vegetariani e vegani in Italia è in continuo aumento. Il seminario ha lo scopo di evidenziare i benefici di questa scelta alimentare nelle diverse condizioni fisiologiche della vita, per coloro che praticano attività fisica nonché delle sue implicazioni cliniche nella prevenzione e nel trattamento delle principali patologie cronico-degenerative.

APPROFONDIMENTO

Organizzato da: SANA

9
set

11:00 - 13:00

VANDANA SHIVA: FOOD FOR HEALTH (CIBO PER LA SALUTE). LA TRASFORMAZIONE NECESSARIA PER AFFRONTARE L'EMERGENZA SANITARIA E LA CRISI ECOLOGICA

Green Lifestyle SALA NOTTURNO Centro Servizi 1° piano, Blocco D

APPROFONDIMENTO APPROFONDIMENTO

Organizzato da: NAVDANYA INTERNATIONAL
Con il sostegno di: TERRA NUOVA EDIZIONI

9
set

11:30 - 13:00

BIOLOGICO, GRANDE DISTRIBUZIONE E RUOLO DEI NEGOZI SPECIALIZZATI

Green Lifestyle SALA MELODIA Centro Servizi,1° piano, Blocco B

Organizzato da: ECO-BIO CONFESERCENTI
In collaborazione con: Natura Sì
Con il sostegno di: Rivista Terra Nuova

9
set

12:00 - 14:00

NUTRIZIONE E LONGEVITÀ – RELAZIONE TRA MALATTIE CRONICHE E ALIMENTAZIONE

SANA Academy SALA BOLERO Centro Servizi, 1° piano, Blocco B

La relazione tra l’alimentazione e la regolazione di alcune vie metaboliche sta sviluppandosi in maniera esponenziale negli ultimi anni. Mentre infatti si riteneva sino a qualche tempo fa che l’alimentazione influisse sulla nostra salute solamente indirettamente, come per esempio nella relazione tra sovrappeso e malattie cardiovascolari, o tra l’assunzione di colesterolo nella dieta e la formazione della placca aterosclerotica, ci si sta recentemente rendendo conto che l’alimentazione è in grado di influenzare in maniera diretta l’attivazione e l’inattivazione di alcune vie metaboliche con importanti conseguenze sulla salute. Alcuni nutrienti, i rapporti tra macronutrienti oltre all’introito calorico totale in rapporto al proprio fabbisogno sono, infatti, dei determinanti fondamentali nella regolazione dell’espressione di alcuni geni e conseguentemente possono regolare il “rewiring” di alcune  vie metaboliche.

La restrizione calorica senza malnutrizione è un regime calorico per la prima volta adoperato nei roditori che ha messo in evidenza come una riduzione di circa il 40% delle calorie assunte rispetto a quelle considerate normali determina una aumento della sopravvivenza di circa il 30%. Questa non è una curiosa caratteristica dei roditori, ma lo stesso fenomeno si osserva in tutte le specie in cui è stato possibile analizzarlo. Nelle cellule in coltura i nostri studi hanno messo in evidenza come una restrizione calorica severa comporta diversi riarrangiamenti metabolici che globalmente inducono nelle cellule una maggiore resistenza agli insulti esterni, una maggiore resistenza allo stress ossidativo, una maggiore longevità e una riduzione della frequenza delle mutazioni spontanee, aumentando quindi la stabilità del genoma.

Nell’uomo la restrizione calorica ha diversi effetti importanti come la riduzione della pressione arteriosa, la riduzione dell’insulino-resistenza e il miglioramento del profilo lipidico, oltre che naturalmente una riduzione del grasso corporeo, con importanti effetti sulla produzione delle citochine infiammatorie e dello stato infiammatorio generale dell’organismo. Nonostante questo, la restrizione calorica è un regime alimentare difficilmente sostenibile dalla maggior parte della popolazione. Inoltre, affinché la restrizione calorica svolga i suoi benefici senza importanti effetti collaterali, è necessario che avvenga senza malnutrizione, una condizione difficile e forse impossibile da raggiungere per i non addetti ai lavori in nutrizione umana. Per questo motivo la restrizione calorica rischia di essere poco sostenibile dalla popolazione in generale e possibilmente anche pericolosa per la maggior parte degli individui. I nostri studi successivi, prima sulle colture cellulari, poi sugli organismi modello e infine sull’uomo ci hanno permesso di caratterizzare gli effetti del digiuno intermittente come una possibile alternativa alla restrizione calorica; inoltre per aumentare la ‘compliance’ da parte della popolazione in generale abbiamo messo a punto un piano nutrizionale della durata di 5 giorni che produce gli effetti metabolici del digiuno senza la necessità di eliminare tutti i nutrienti. Tale schema, tra quelli che abbiamo provato, si è rivelato estremamente efficace nel riprodurre gli effetti del digiuno, peraltro mantenendo un efficace livello di nutrizione. Quest’ultimo aspetto è molto importante per prevenire eventuali effetti collaterali che potrebbero essere connessi con il digiuno totale, primo tra tutti la disidratazione. Gli effetti metabolici di questo regime alimentare della durata di 5 giorni sono oggetto di studio di numerosi trial clinici. La mia unità operativa sta per esempio valutando questo regime in un gruppo di soggetti ad alto rischio genetico di sviluppare tumori al seno (BRCA carriers) e a breve avremo i primi risultati sulla capacità di questo regime di influire sul rischio di tumore. Altri trial hanno già dimostrato, sebbene su piccole coorti di soggetti, l’utilità di tale regime durante la chemioterapia e studi più ampi sono in corso per una definitiva valutazione statistica. Studi già effettuati hanno comunque reso evidente come tale regime alimentare sia in grado di diminuire la pressione arteriosa, la glicemia a digiuno, il peso corporeo e l’ormone IGF1, tutti fattori di rischio per le malattie cronico-degenerative.

APPROFONDIMENTO

Organizzato da: SANA

9
set

14:00 - 18:00

COME CREARE RAPPORTI ARMONIOSI CON I FIORI DI BACH: TRA IL PROPRIO MASCHILE E FEMMINILE, NELLA RICERCA DEL E COL PROPRIO PARTNER, NELLA VITA SESSUALE

Cura del corpo naturale e bio SALA NOTTURNO Centro Servizi 1° piano, Blocco D

per registrarsi: infobach@guna.it 02.28018388

APPROFONDIMENTO

Organizzato da: GUNA

9
set

16:00 - 16:45

CERIMONIA DI PREMIAZIONE “SANA NOVITA’ 2018”

CENTRO SERVIZI Piano terra

Organizzato da: SANA
sponsored by BIORFARM

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità