Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    
Bologna Fiere

Dove

Quartiere Fieristico di Bologna

Ingressi:
Ovest Costituzione
Ingresso Nord

Giorni e orari

Venerdì 8, Sabato 9,
Domenica 10
Settembre 2017:
dalle 9.30 alle 18.30

Lunedì 11 Settembre 2016:
dalle 9.30 alle 17.00

Chi può accedere

La manifestazione è aperta al pubblico e agli operatori del settore

Ticket Online

Acquista qui e approfitta di SANA PASS!

Contatti

Show office:

BolognaFiere S.p.A.
Piazza Costituzione 6 - 40128 Bologna
Tel. 0039-051.282111
Fax. 0039-051.6374031
sana@bolognafiere.it

Ticket Online

Bologna
venerdì 8 - lunedì 11
settembre 2017

Luglio 2016

La sfida del biologico: da mercato di nicchia a prodotto mainstream

È questo l’obiettivo di Anabio (Associazione Nazionale Agricoltura Biologica) - Cia (Confederazione Italiana Agricoltura), confermato nel corso dell’Assemblea nazionale, svoltasi a Roma mercoledì 6 luglio.

 

“Il sistema biologico è capace di dare risposte ai consumatori che vogliono qualità e genuinità; al pianeta, in termini di salvaguardia dell’ambiente; agli agricoltori, per il giusto reddito”, ha ricordato il presidente di Anabio, Federico Marchini, che ha dalla sua la forza dei numeri.


Per i consumi di biologico si parla di un +19% nei primi mesi del 2016, dopo il già straordinario + 20% dello scorso anno. Un fatturato da 2,1 miliardi di euro, che sale a 2,5 se si considera anche la voce bar e ristorazione.


Cresce anche l’agricoltura biologica: quasi 50mila le aziende “bio” in Italia, pari a oltre l’11% della superficie coltivata. Coltura che, oltre a permettere un risparmio energetico importante (-25% circa), paga di più.


Ad esempio:  in media nel 2015 il prezzo pagato ai produttori di latte è sceso del 13% mentre quello per il latte “bio” è aumentato del 14%. Lo stesso vale per il grano duro: il prezzo all’origine di quello convenzionale è salito di oltre 8 punti percentuali mentre quello biologico ha segnato addirittura un +41%. 


Ha commentato a questo proposito il presidente di Anabio: “Il Piano Strategico Nazionale per lo Sviluppo del Sistema Biologico dovrebbe favorire la stipula di una vera e propria alleanza tra il modo produttivo e le istituzioni nazionali e regionali per favorire uno sviluppo del settore che sia armonico e coordinato e che permetta di raggiungere nel 2020 un incremento della superficie coltivata del 50% e un incremento del valore della produzione del 30%”.


Secondo il presidente nazionale della Cia, Dino Scanavino, è però evidente che per il successo di questa operazione “devono essere portate a soluzione le questioni relative alla semplificazione legislativa e amministrativa. Allo stesso tempo devono essere potenziare le attività di ricerca e innovazione, che sono fondamentali per lo sviluppo del settore al fine di contrastare ad esempio i cambiamenti climatici, che causano diminuzione di produttività”.

 

http://www.agenparl.com/agricoltura-anabiocia-assemblea-scommettiamo-sul-biologico-modello-produttivo-del-futuro/

TUTTE LE NEWS